Nell'anno quasi perfetto, con una Liga persa per un soffio dopo una rimonta che era stata incredibile, Cristiano Ronaldo si prende i bocconi più prelibati.Ronaldo me l'aveva detto: entri e fai gol", così l'asso nella manica di Santos, in campo appena 54 minuti nell'Europeo, sufficienti però a lasciare il suo sigillo.

Nemmeno decidere dal campo il match di Parigi, perché Ronaldo c'è stato anche senza esserci. Ovunque, in tutto l'Europeo, da leader più ancora che da bomber o fuoriclasse.Poco importa, ora il "Silver Boot" è di Nani, grazie a un bel gesto di Ronaldo. Da capitano vero.

 

Il sogno si è avverato con dodici anni di ritardo. E' toccato ai cuginetti di Figo e Rui Costa, presenti in tribuna a Parigi, cancellare la pagina più nera del calcio portoghese.